• Area arc. Su Nuraxi.jpg
  • Castello di Las Plassas.jpg
  • Cavallini della Giara.jpg
  • Ch. Immac. Concezione-Barumini.jpg

Viaggio a Barumini e Giara di Gesturi

Lungo la S.S. 131 a circa 40 Km. da Cagliari si trova la diramazione che conduce a Barumini noto per il complesso nuragico Su Nuraxi, che nel 1997 è  stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

 

Ci si arriva attraversando, nel vero senso della parola, i comuni di Villamar dove si può  visitare la bella chiesa di San Pietro risalente al XIII sec. all’interno della quale si può  ammirare uno dei dipinti più  importanti dell’Isola risalente al 1518: il retablo della Madonna d’Itria, e il piccolo comune di Las Plassas dal quale si può  vedere una collina dalla perfetta forma conica alla cui sommità  si trovano i ruderi del Castello di Las Plassas o di Marmilla.

 

Superati i due comuni citati, si arriva a Barumini, dove nel centro abitato si possono visitare alcune chiese tra queste quella di Santa Tecla del XV secolo in stile tardo gotico, la piccola chiesa di S. Giovanni Battista e la parrocchiale della B.V. Immacolata.

 

Degna di nota la Casa Zappata, antica abitazione di epoca spagnola cinquecentesca costruita sopra una regia nuragica del 1500 a.C. chiamata “Nuraxi ‘e Cresia. Dirigendosi verso Tuili si trova il complesso nuragico Su Nuraxi risalente al 1500 a.C., constava di ben 14 torri collegate tra loro da un importante sistema di difesa, costruito con pesanti ed enormi macigni. Si tratta di un vero e proprio castello nuragico dotato perfino di una vena d’acqua corrente.

Tutto intorno sorgevano le capanne degli antichi guerrieri ed una, la più  grande, serviva per le riunioni dei notabili. Un vero tuffo nella storia di quest’Isola  che non smette mai di sorprenderci.

 

Per gli amanti della natura a pochi chilometri da Barumini si trova la Giara di Gesturi, un’altopiano basaltico, ricoperto da foreste di sugheri, leccio, roverella e tipica macchia mediterranea; la zona è  caratterizzata da impervie scarpate con pareti a picco ma la cui vera caratteristica della località, oltre i numerosi nuraghi e tombe di Giganti, sono i famosi cavallini della Giara, dalla taglia piccola, che vivono ancora allo stato brado.

 

Dalla sommità  dell'altipiano, dal versante di Tuili, si può  avere una visuale dominante su gran parte del territorio sardo, in particolare la Marmilla, zona caratterizzata da fertili e tondeggianti colline. La Giara oltre una vasta specie di fauna, ha una varietà  infinita di flora con colori e profumi indescrivibili; non è raro incontrare, sopratutto in primavera, bellissimi angoli ricoperti da una vasta gamma di fiori come i ciclamini selvatici o le diverse e variopinte specie di orchidee selvatiche.

Lungo la S.S. 131 a circa 40 Km. da Cagliari si trova la diramazione che conduce a Barumini noto per il complesso nuragico Su Nuraxi, che nel 1997 è  stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

 

Ci si arriva attraversando, nel vero senso della parola, i comuni di Villamar dove si può  visitare la bella chiesa di San Pietro risalente al XIII sec. all’interno della quale si può  ammirare uno dei dipinti più  importanti dell’Isola risalente al 1518: il retablo della Madonna d’Itria, e il piccolo comune di Las Plassas dal quale si può  vedere una collina dalla perfetta forma conica alla cui sommità  si trovano i ruderi del Castello di Las Plassas o di Marmilla.

Castello di Las Plassas o di Marmilla

Superati i due comuni citati, si arriva a Barumini, dove nel centro abitato si possono visitare alcune chiese tra queste quella di Santa Tecla del XV secolo in stile tardo gotico, la piccola chiesa di S. Giovanni Battista e la parrocchiale della B.V. Immacolata.

 

Degna di nota la Casa Zappata, antica abitazione di epoca spagnola cinquecentesca costruita sopra una regia nuragica del 1500 a.C. chiamata “Nuraxi ‘e Cresia. Dirigendosi verso Tuili si trova il complesso nuragico Su Nuraxi risalente al 1500 a.C., constava di ben 14 torri collegate tra loro da un importante sistema di difesa, costruito con pesanti ed enormi macigni. Si tratta di un vero e proprio castello nuragico dotato perfino di una vena d’acqua corrente.

Tutto intorno sorgevano le capanne degli antichi guerrieri ed una, la più  grande, serviva per le riunioni dei notabili. Un vero tuffo nella storia di quest’Isola  che non smette mai di sorprenderci.

Ch. dell'Immacolata Concezione - Barumini

Per gli amanti della natura a pochi chilometri da Barumini si trova la Giara di Gesturi, un’altopiano basaltico, ricoperto da foreste di sugheri, leccio, roverella e tipica macchia mediterranea; la zona è  caratterizzata da impervie scarpate con pareti a picco ma la cui vera caratteristica della località, oltre i numerosi nuraghi e tombe di Giganti, sono i famosi cavallini della Giara, dalla taglia piccola, che vivono ancora allo stato brado.

 

Dalla sommità  dell'altipiano, dal versante di Tuili, si può  avere una visuale dominante su gran parte del territorio sardo, in particolare la Marmilla, zona caratterizzata da fertili e tondeggianti colline. La Giara oltre una vasta specie di fauna, ha una varietà  infinita di flora con colori e profumi indescrivibili; non è raro incontrare, sopratutto in primavera, bellissimi angoli ricoperti da una vasta gamma di fiori come i ciclamini selvatici o le diverse e variopinte specie di orchidee selvatiche.

Area archeologica Su Nuraxi - Barumini

Attrazioni nelle vicinanze
 

Distante un Km. dal complesso nuragico di Barumini troviamo Tuili dove possiamo fermarci ad ammirare l’intera Sardegna in scala ridotta comprese le coste, le spiagge, i porti, i promontori e tanto altro, ricostruita dentro un parco con tanti servizi e privo di barriere architetoniche, fornito di servizi igienici, rstorante, bar gelateria e un angolo dedicato esclusivamente ai prodotti tipici dell’artigianato Sardo.

 

Tantissime sono le attrazioni che sorprenderanno bambini e adulti tra i quali citiamo il Parco Natura con l'Acquario, il Parco dei Dinosauri Animatronici, la ricostruzione di un Villaggio Nuragico e naturalmente parco giochi.

 

Dalle bellezze terrestri a quelle del nostro sistema solare, un viaggio unico tra le stelle con simulazione di stelle cadenti, eclissi di luna e di sole in un fantastico scenario del Planetario che trovate all’interno del Parco Sardegna in Miniatura.

JSONP 实例